_francesca chiorino

Francesca Chiorino (1978) ha studiato architettura all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia e alla Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Barcelona. Si è laureata con lode nel 2003, relatore Francesco Dal Co e correlatore Juan José Lahuerta, con una tesi sull’architetto catalano Josep Torres Clavé e sulla rivista “A.C.”.
Dal 2005 è membro della redazione della rivista di architettura “CASABELLA”, per la quale ha scritto numerosi articoli.
Ha contribuito all’ideazione e ha moderato i convegni “Stop&Go, casi italiani recenti di rifunzionalizzazione di aree industriali dismesse”, Biella 2006 e “La pettinatura Rivetti di Giuseppe Pagano”, Biella 2008. Ha curato l’esposizione “1960 un’architettura sperimentale. Leonardo Mosso e Gustavo Colonnetti, la costruzione della biblioteca di Pollone”, Biella 2010 e il premio di architettura Federico Maggia 2013, “Industrie dismesse. Giovani progettisti fabbricano idee” e relativo catalogo edito da Fondazione Sella.
Ha pubblicato i volumi: Case in Giappone, Electa, Milano 2005; Architettura e vino, Electa, Milano 2007; Cantine secolo XXI, Electa Milano 2011; Palazzo Bricherasio, Banca Patrimoni Sella & C., Electa Milano 2014.
Nel 2011 ha fondato con Francesco Carpano lo studio carpano/chiorino architetti con sede a Biella.